NewsTecnologia

AMD sborserà oltre 30 miliardi di dollari per gli FPGA di Xilinx?

Secondo il

Wall Street Journal
, AMD sarebbe in trattative avanzate per acquistare Xilinx, progettista di FPGA (Field Programmable Gate Arrays), per una cifra che potrebbe superare i 30 miliardi di dollari. Secondo il noto quotidiano, le trattative tra le due aziende sarebbero riprese dopo una pausa, quindi non è detto che vadano in porto, ma una decisione definitiva in tal senso dovrebbe arrivare la prossima settimana.

Xilinx e AMD collaborano da tempo, con gli FPGA – chip altamente programmabili per svolgere determinati compiti in modo migliore rispetto a CPU e GPU – che affiancano i processori EPYC in alcuni progetti destinati al deep learning. Le soluzioni di Xilinx potrebbero essere non solo complementari rispetto a quelle di AMD, ma anche potenzialmente integrabili con i chip dell’azienda, dando vita a soluzioni “ibride” sfruttando il concetto dei “chiplet” su cui entrambe lavorano da tempo.

Xilinx ha sede a San Jose, in California, ed è stata fondata nel 1984. Negli ultimi due anni, l’azienda ha adottato una strategia più aggressiva nel settore dei datacenter, con una gamma di schede acceleratrici Alveo che offre prestazioni elevate per applicazioni che come l’archiviazione, l’analisi dei dati, l’apprendimento automatico e lo streaming video.

Qualora AMD dovese comprare Xilinx, seguirebbe le orme della rivale Intel, che nel 2015 acquistò Altera per 16,7 miliardi di dollari, dando così vita al Programmable Solutions Group (PSG), una divisione che opera in diversi settori, come quello dell’automotive, delle comunicazioni e molti altri ancora.

Si aprirebbe quindi un nuovo fronte di scontro tra le due realtà, nonché un ventaglio di nuove opportunità per AMD, in grado finalmente di fare un salto di qualità e diversificare ulteriormente la propria offerta. Non solo Intel però, la competizione si farebbe più accesa anche con Nvidia, che nel settore datacenter ha una forte presenza con le proprie GPU e DPU acquisite da Mellanox.

Secondo il WSJ, per l’operazione AMD farà leva sull’elevato valore delle sue azioni: attualmente le azioni AMD sono quotate a circa 86 dollari, per una capitalizzazione di mercato di circa 100 miliardi di dollari. La notizia giunge a poca distanza da quella dell’operazione Nvidia-ARM, segno di un’industria che sta cercando di consolidarsi in risposta alle sfide future e alle incertezze economiche legate alla pandemia. Al momento né AMD né Xilinx hanno commentato la notizia.