NewsTecnologia

Aggiornamenti? Noiosi. Il 50% degli italiani li rimanda sempre

Tenere aggiornati i dispositivi, che si tratti di smartphone o computer, è fondamentale non solo per sistemare eventuali magagne che riguardano il sistema operativo o i software, ma soprattutto per proteggersi da eventuali minacce. Sono troppi i casi in cui sistemi non aggiornati sono finiti vittima di attacchi di vario genere. Per quanto si consigli sempre di installare immediatamente i vari update, gli italiani ritengono questa operazione noiosa e tendono a ignorarla, con tutti i rischi del caso.

Questa fotografia ci arriva da Kaspersky e dal suo rapporto “Pain in the neck“, una campagna che ha lo scopo di indagare sulle abitudini degli utenti in merito all’aggiornamento dei dispositivi. Secondo quanto emerso da uno studio condotto ad aprile, quasi la metà degli intervistati (un campione totale di 15.000 persone) ritiene che aggiornare i dispositivi sia un compito noioso e perciò lo ignorano. Secondo il 34%, però, il tempo trascorso in attesa dell’installazione potrebbe essere impiegato in modo produttivo.

“Dall’indagine è emerso che, per buona parte degli intervistati, il tempo trascorso in attesa che i dispositivi si aggiornino è prezioso: il 34% ritiene di poterlo sfruttare per altre attività, anche se a discapito della produttività, mentre il 41% è contento di prendersi una pausa dalla tecnologia“, afferma Kaspersky.

Di norma, gli utenti preferiscono dedicarsi ad altre attività durante l’installazione degli aggiornamenti. Ad esempio, il 40% degli italiani, quando non può utilizzare il proprio dispositivo, si rilassa guardando la TV o leggendo un libro, il 15% si distrae cucinando mentre il 9% preferisce fare sport o una passeggiata. I più impazienti, circa il 21% degli intervistati, cambia semplicemente dispositivo e continua a dedicarsi a quanto stava facendo prima di installare gli aggiornamenti.

Nonostante gli utenti riconoscano i benefici di prendersi una pausa dalla tecnologia approfittando degli aggiornamenti, il 50% degli intervistati ne rimanda l’installazione quando riceve la notifica sul proprio dispositivo. La maggior parte delle volte questo accade perché le notifiche arrivano durante le ore di lavoro (35%), o perché l’utente in quel momento sta usando il dispositivo per un’attività che non vuole interrompere (26%) o ancora perché non intende chiudere le applicazioni aperte (23%). Nel complesso, il 62% degli intervistati ritiene che rimandare l’installazione degli aggiornamenti non costituisca un problema per la sicurezza.

“Passare da un dispositivo all’altro in attesa che il ciclo di aggiornamenti di un device sia completato può essere sicuramente molto utile per non interrompere ciò che si sta facendo. Lo sport, la cucina o la meditazione possono però offrire una pausa dal lavoro e aiutare le persone a rilassarsi per poi riprendere le attività con più energia. Siamo contenti che molti degli intervistati seguano già pratiche salutari in attesa degli aggiornamenti e sarebbe sicuramente utile per tutti prendere esempio. Fare delle piccole pause non solo aiuta a migliorare l’umore, ma può anche aumentare la produttività”, ha dichiarato Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky.