NewsTecnologia

AGCOM: 4,25 milioni di euro di multa a Wind Tre. ”Omissione delle informazioni sui costi”

AGCOM multa Wind Tre per pratiche commerciali scorrette. È questa la motivazione che è stata data dall’Antitrust nei confronti dell’operatore telefonico che avrebbe omesso delle importanti informazioni in merito ai servizi di navigazione mobile ma anche alle connettività tramite fibra ottica. Secondo l’AGCOM lo avrebbe fatto in in maniera ingannevole e dunque con volontà.

La decisione è stata presa dall’autorità con tale motivazione: “Riguardo ai servizi in mobilità, sono risultate omissive le informazioni sui costi del traffico extrasoglia una volta esauriti i giga inclusi nell’offerta. Nello specifico, l’Autorità ha ritenuto che l’assenza di una adeguata informativa sui costi aggiuntivi, unitamente all’uso in campagna pubblicitaria di claim, quali: ‘Free Unlimited Plus’ e ‘Naviga senza pensieri alla massima velocità con la rete 4G LTE di 3′, hanno lasciato erroneamente intendere ai consumatori che il servizio fosse caratterizzato da un traffico dati illimitato sia in download che in upload”.

Dunque le motivazioni per quanto concerne le offerte mobile riguardano esclusivamente l’omissione di informazioni in merito ai costi del traffico extrasoglia nel momento in cui gli utenti esauriscono il traffico incluso nei loro pacchetti. Tale mancanza è stata poi aggiunta al fatto che l’operatore ha utilizzato una campagna pubblicitaria con slogan fuorvianti che hanno portato gli utenti ad un servizio ben diverso da quello che avrebbero pensato con lo slogan.

Non solo perché AGCOM ha multato Wind Tre anche per quanto riguarda la connettività su fibra ottica visto che le campagne pubblicitarie non permettevano di avere alcune specifiche informazioni sulle offerte soprattutto riguardanti le aree geografiche o anche le differenze dei servizi disponibili.