NewsTecnologia

Accelerazione hardware di AV1 su Windows 10: requisiti hardware e software

Nel 2015 nacque la Alliance for Open Media (AOM), un consorzio fondato da Microsoft, Google, Mozilla, Cisco, Intel, Netflix e Amazon votato allo sviluppo di codec, formati e tecnologie di nuova generazione per garantire contenuti di qualità sempre maggiore con impatto minore in termini di bandwidth e risorse di calcolo.

Tre anni più tardi, nel 2018, AOM annunciò l’AOMedia Video Codec 1.0 (AV1), in grado di garantire una compressione il 50% maggiore rispetto ad H.264 e il 20% superiore a VP9, a parità di contenuto. Si tratta di caratteristiche che faciliteranno la diffusione dei contenuti 4K e a risoluzione persino maggiore. Microsoft ha già rilasciato da tempo una “AV1 Video Extension” sullo store di Windows 10, permettendo alle app di riprodurre i contenuti codificati in AV1.

Ora questo compito è pronto per essere accelerato dall’hardware, che l’arrivo di nuove CPU Intel con grafica integrata e GPU dedicate di Nvidia e AMD. Le operazioni di decodifica dovrebbero risultare più veloci e meno impattanti sulle risorse del sistema, preservando inoltre l’autonomia dei portatili. L’accelerazione hardware di AV1 su Windows 10 richiede il rispetto dei seguenti requisiti:

Una di queste nuove CPU o GPU:

  • Intel Core 11th Gen con grafica integrata Intel Iris Xe

  • NVIDIA GeForce RTX serie 30

  • AMD Radeon RX 6000

Software:

  • Windows 10 build 1909 o successiva

  • AV1 Video Extension

  • Un browser web o un’altra applicazione con supporto all’accelerazione hardware di AV1, incluse le app basate su Microsoft Media Foundation.

  • Driver grafici aggiornati

Qui sopra potete vedere un quadro generale delle aziende e dei servizi che supportano o supporteranno AV1 in futuro. Il codec acquisirà un ruolo sempre più centrale grazie all’impiego da parte di Youtube, Netflix, Amazon Prime video e i principali browser di navigazione.