NewsTecnologia

123.000 Tesla Model S richiamate per un problema (risolvibile) al servosterzo

Sono 123.000 le Tesla Model S a essere coinvolte da un richiamo volontario della casa madre. L’azienda ha annunciato il richiamo per via di un problema al servosterzo che coinvolge i veicoli prodotti prima di aprile 2016.

Il problema non avrebbe portato, stando a quanto afferma la stessa azienda, ad alcuna conseguenza finora, ma è stato “osservata un’eccessiva corrosione nei dadi del servosterzo”, in particolare in quelle zone dove viene usato il sale sulle strade per prevenire la formazione di ghiaccio.

Dal momento che il problema riguarda il servosterzo e non lo sterzo, non c’è il rischio di non riuscire più a guidare l’automobile. Come afferma Tesla stessa, “se i dadi saltano, il guidatore è ancora in grado di sterzare, ma dovrà utilizzare maggiore forza per via dell’assenza del servosterzo. Questo rende più difficile guidare l’automobile a bassa velocità e nei parcheggi a S, ma non influenza il controllo ad alta velocità, dove è necessaria poca forza per azionare lo sterzo”.

Non essendo previsti rischi particolari per la sicurezza, gli utenti non sono invitati a non guidare più le proprie auto, ma verranno informati sulla disponibilità nella propria area delle componenti che risolvono il problema. L’installazione dovrebbe durare circa un’ora, come riporta The Verge.

Questo annuncio arriva in un momento particolarmente complesso per Tesla, che ha visto precipitare il valore delle proprie azioni in seguito alla pubblicazione di un analista di mercato e a un incidente mortale che ha coinvolto una sua vettura.